Intervista a Mario Logullo, rappresentante della comunicazione commerciale in Calabria

dav

FB_IMG_1529398860376

Ci sono mille modi per raccontare la Calabria, Mario Lo Gullo da 40 anni una presenza in giornali, radio e tv calabresi con I suoi libri Informazione e comunicazione commerciale in Calabria e Informazione e comunicazione commerciale in Calabria 2 Un’autobiografia a 360 gradi in cui vengono raccontate esperienze sul campo, con nomi, storie, traguardi raggiunti, ma anche tante delusioni.

Mario Lo Gullo 40 anni nella trincea televisiva. Da quando l’emittenza locale emetteva il primo gemito.

Prima la radio, poi le televisioni locali (non ce n’è una che non lo abbia annoverato nel proprio staff o tra i propri collaboratori), infine tanti quotidiani.
Un’esperienza, che pochi possono vantare  con orgoglio e che lo ha visto partire come corrispondente da Sartano, il suo amatissimo paese, del “Giornale di Calabria” diretto da Piero Ardenti per poi approdare alla pubblicità e al marketing, curando in prima persona, anche da direttore di produzione, infinite campagne promozionali per tantissime aziende calabresi che a lui devono una buona fetta di notorietà ed altrettante manifestazioni di spettacolo, come le selezioni per Miss Italia, che lo hanno condotto a girare la Calabria in lungo e in largo, senza avvertire il peso degli enormi sacrifici affrontati.

Negli ultimi anni buona parte della sua quarantennale attività, Lo Gullo l’ha racchiusa in due libri, il suo primo: “Informazione e comunicazione commerciale in Calabria”, pubblicato un paio d’anni fa da “Editoriale Progetto 2000” e che nel volgere di poco tempo ha riscosso successo e apprezzamento nel giro di presentazioni che, insieme all’editore Demetrio Guzzardi, Lo Gullo sta portando avanti in quasi tutta la Calabria. Il suo successo lo ha portato al riconoscimento per la sua attività della Commissione Cultura di Cosenza, segno che la proverbiale bonomia di Mario Lo Gullo è stata puntualmente ricambiata dai tanti estimatori ed amici che non hanno fatto mancare in Sala il loro affetto.
Il primo libro è un telone di storia interessante, raccontato con passione da chi è stato interprete ed osservatore attento di questa realtà, che unisce in un’esperienza anche personale più fattori e indimenticabili organismi d’informazione e comunicazione- alcuni ancora esistenti- in un momento (anni’70 in poi) pure importante della loro vita e di quello della Regione. Tutto questo trasmette emozione, commozione che prende, soprattutto quando si scopre qualcosa di bello da lasciarci il cuore come ha fatto Mario nei suoi 40 anni di fitta esperienza tra giornali, radio e tv calabresi, in un darsi e ridarsi che il suo fattore umano percepiva e rilanciava nonostante i sacrifici, la fatica, l’impegno e la dedizione che hanno incrociato, tra l’altro, tanti operatori e amici di percorso in un cammino tutto da scoprire e che è rimasto un forte punto di riferimento, ricco di contenuti per come si è svolto. La vera forza di Mario, uno dei tanti uomini della Calabria, innamorato del proprio destino, della propria Terra, delle proprie opportunità incontrate che lo avevano catapultato sin dall’età di 16 anni , affascinato, come tanti, nel mondo della comunicazione, dell’informazione , nonché in quello delle tecnologie e strumenti che l’ampliavano e l’arricchivano . Questo, forse, il segreto del suo scritto, del mix che s’incontra e viene speso, grazie alla tenacia che lo contraddistingue da anni, che si gusta piacevolmente per ciò che il Buon Dio gli ha fatto trovare tra le mani come un tesoro prezioso che non può restare nascosto a fondo, da un suo punto di vista, affermando una capacità tutta sua di mettersi in gioco dal primo momento.I suoi libri sono dedicati alla moglie Anna Chiodo, considerata il vero timone della sua vita, la compagna ideale e collaboratrice preziosa che lo ha sempre incoraggiato e sostenuto nei momenti critici e in quelli più neri per la scomparsa di tantissime persone care. Un’insostituibile leggiadra donna e angelo.
Il contenuto del secondo libro “ Informazione e comunicazione commerciale in Calabria 2” tratta di un seguito quasi obbligato per completare una vera e propria memoria storica nel settore privato dell’informazione commerciale. Centinaia di nomi nuovi, che mancavano nel primo libro , tra protagonisti del giornalismo, della comunicazione in generale e tantissimi clienti che ha avuto Lo Gullo in tanti anni di lavoro nel marketing.

Non mancano anche questa volta i ricordi e gli omaggi per tutti quelli che purtroppo non sono più fra noi.

Tanti approfondimenti su nomi che meritavano più spazio.

Diversi capitoli sono dedicati ai premi che ha ricevuto, grazie al primo libro. Un contributo speciale a tutti i mezzi d’ informazione, che hanno seguito Lo Gullo in tutte le varie iniziative in Calabria. La parte finale è dedicata a tutte le presentazioni con i ringraziamenti per tutti quelli che hanno partecipato. L’idea ma anche la necessità di scrivere a distanza di un anno un altro libro è scaturita subito dopo le prime presentazioni del primo. Avvenimenti che non avevano trovato spazio sul suo primo lavoro, per cui Logullo si è sentito in dovere di ringraziarli tutti indistintamente e di includere chi aveva dimenticato.
Un successo che Lo Gullo non si aspettava , soprattutto, per le tante targhe e riconoscimenti ricevuti da gran parte della Calabria.

Mario rappresenta uno stimolo eccezionale per spingervi verso il raggiungimento dei vostri traguardi. Il successo è ottenere ciò che si vuole. La felicità è volere ciò che si ottiene.

Intervista:

Ti aspettavi tutto questo successo nel momento in cui hai iniziato a scrivere il primo libro?

Per essere sincero, il contenuto del primo libro lasciava intravedere un certo successo perché l’argomento comunicazione in Calabria non è stato mai trattato in un libro, soprattutto, il settore privato delle radio, tv e giornali. Più di 700 /800 nomi citati in 40 anni di lavoro in molti mezzi di comunicazione. Il ricordo di tanti amici, colleghi, clienti anche quelli che non sono più fra noi hanno creato un interesse eccezionale libro. Poi ho costruito una bella aspettativa, grazie a tutti i mezzi di comunicazione che mi hanno dato una mano. E quindi, ecco spiegato il grande successo anche mediatico. Decine di presentazioni in tutta la Calabria insieme a tanti amici e colleghi, che mi hanno affiancato e hanno fatto il resto. Certamente non mi aspettavo di ricevere più di dieci riconoscimenti, compreso il premio della Commissione cultura del comune di Cosenza. E poi tutti gli altri, Eccellenze di Calabria, il premio Unsic 2014 per la comunicazione, il premio Alarico, il premio sul Sensivismo. La pergamena di Gioiosa Ionica del comune insieme alla Proloco e alla sezione Unesco. E gli ultimi premi , quello alla carriera e quello graditissimo del comune di Villapiana.

Com’era agli inizi e cosa è cambiato oggi nel rapporto tra comunicazione e social network?

La comunicazione, in tutti i settori, rispetto agli anni in cui ho iniziato io e fino a qualche anno fa è cambiata completamente. Ed ovviamente, la tecnologia ha dato una grossa mano per quanto riguarda soprattutto le notizie. Riusciamo a sapere tutto ciò che succede quasi in tempo reale. Prima, anche in tv e alle radio, per non parlare dei giornali, per avere notizie bisognava aspettare i tg o i radiogiornali e molte notizie con gli approfondimenti il giorno dopo.

I costi dell’informazione di oggi…

I mezzi tecnologici nei tempi passati erano davvero mediocri rispetto alle attrezzature che ci sono adesso. Costavano in denaro tanto e servivano investimenti notevoli. Adesso le attrezzature costano meno ed un canale televisivo che costava 500 milioni adesso si può contare per 2000 euro al mese. Tutto comunque ha un prezzo e le cose positive di cui ho parlato hanno creato anche tanti problemi, in primis, la chiusura di centinaia di televisioni e radio e di una quantità enorme di giornali cartacei. Ed ecco la crisi irreversibile nel mondo dell’informazione con centinaia di giornalisti a spasso o che lavorano per quattro soldi e senza nessuna copertura assicurativa. La colpa, tra virgolette, è stata addebitata soprattutto ai social network.

FB_IMG_1529398897798

by Anna Maria Schifino, opinionista

Condividi sui social000
Anna Maria Schifino
CircaAnna Maria Schifino

Autrice e relatrice di Cassano Allo Ionio, i suoi pezzi appaiono spesso sul Quotidiano del Sud in veste di Opinionista e altri motori online Curatrice della rubrica di Alvolonews.it "CUCINA" Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*