Agrocepi e assessorato regionale all’Agricoltura a confronto per le difficoltà del settore

Please enter banners and links.

Un incontro cordiale e franco quello che si è svolto nei giorni scorsi tra il Presidente di Agrocepi Corrado Martinangelo, accompagnato dal Vice Presidente Cristian Vocaturi e da Ernesto Madeo neo capo dipartimento per l’internazionalizzazione e mercati e Domenico Marando, capo dipartimento banche e assicurazioni, e i vertici dell’assessorato regionale all’agricoltura. Al consigliere delegato Mauro D’Acri, alla presenza dei dirigenti Nicolai, Giovinazzo e Caridi, la delegazione di Agrocepi ha chiesto una maggiore incisività nell’azione amministrativa e politica per il settore agro-alimentare. “È stata una riunione proficua, improntata alla concretezza ed al confronto in cui abbiamo indicato le nostre priorità per il settore agroalimentare per nuove politiche di aggregazione tra filiere e reti di imprese, trovando pieno accordo con i vertici regionali” – ha spiegato il Vice Presidente Cristian Vocaturi.
“Insieme al presidente , Martinangelo Corrado – ha continuato – abbiamo chiesto alla Regione Calabria di poter partecipare ai tavoli di concertazione sul sistema agroalimentare, considerata la rilevante rappresentività della nostra confederazione nel settore”.
“ In questo ultimo anno, infatti – ha proseguito Vocaturi – Agrocepi si è imposta sul territorio regionale raggruppando sempre più imprenditori desiderosi di fare rete e squadra e importanti realtà agricole. L’adesione di un imprenditore come Ernesto Madeo, la cui azienda agricola rappresenta un vanto per il sistema agro-alimentare calabrese, è prova della bontà e dell’efficacia del nostro impegno in un settore così decisivo per l’economia calabrese”.
“La Calabria – ha detto Ernesto Madeo – è una regione che può essere il cardine di nuove visioni e nuove strategie per una agricoltura di qualità e più forte sui mercati locali, nazionali ed esteri. È necessario, però, una programmazione seria ed una maggiore sinergia pubblico-privato. Nelle prossime settimane su questi temi apriremo un confronto pubblico con tutte le parti interessate per un lavoro unitario nell’ interesse delle imprese”.

Please enter banners and links.

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*