Assessore Rizzo, Conferenza servizi sulla bonifica aree industriali dismesse di Crotone

assessore Rizzo

Please enter banners and links.

L’Assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – ha partecipato ieri, nella sede del Ministero dell’Ambiente, a Roma, alla Conferenza dei servizi istruttoria sulla bonifica delle aree industriali dismesse di Crotone. Presenti anche Elisabetta Belli,  Commissario  straordinario delegato per la riparazione del danno ambientale nel sito di interesse nazionale di Crotone,  i rappresentanti di Comune e Provincia di Crotone, Autorità di Bacino regionale, Arpacal, Asp di Crotone, Inail, Ispra e Cgil. L’Assessore Rizzo, nel corso della riunione, in linea con le politiche regionali in ambito di rifiuti e bonifiche che prevedono “discariche zero” su tutto il territorio regionale, ha ribadito la posizione della nostra Regione, ossia che  i rifiuti provenienti dalle operazioni di bonifica devono essere conferiti fuori dai confini regionali. Posizione già espressa nella Conferenza istruttoria del gennaio scorso e nei vari Tavoli tecnici ed istituzionali convocati sul territorio.  Soddisfazione è stata  espressa dall’Assessore, anche a nome del Presidente della Regione Mario Oliverio, per il risultato ottenuto “che significa l’avvio vero di una bonifica all’insegna della massima sicurezza per la salute dei cittadini crotonesi e calabresi. Un risultato – ha continuato l’assessore Rizzo – che non dobbiamo dare per scontato, ma che necessita di un continuo monitoraggio che la Regione garantirà nelle sue articolazioni. Il primo segnale tangibile sarà la realizzazione delle opere cosiddette spondali, di difesa da erosione e marosi nella fase di smantellamento della discarica fronte mare conosciuta come “passeggiata degli innamorati”. In meno di un anno saranno realizzati questi primi interventi per poi passare all’attività complessiva stimata in un crono programma di circa dodici anni”. La Conferenza dei servizi di ieri, pertanto, rappresenta il primo vero passo avanti fortemente voluto dal governo regionale di Oliverio e dall’Assessore Rizzo. “Questo dimostra – ha detto ancora Rizzo – che la Regione ha lavorato incessantemente. Un risultato concreto laddove, in passato, sono stati consumati gravissimi scempi accompagnati da complici abusi”. Grande preoccupazione è stata, poi, espressa sullo smantellamento del Norm e Tenorm, ovvero quei materiali che contengono presenza di radioattività. Su questo specifico argomento, che vedrà il grande impegno del Prefetto di Crotone, l’Assessore Rizzo ha richiesto la massima attenzione e l’utilizzo di tutte quelle tecniche che riducano a zero la possibile dispersione di questi particolari veleni. Infine, la Regione, nell’accogliere la richiesta del Commissario Belli di inserire nell’area “Sin” le quattro aree pubbliche “CIC”, ha inoltrato al Ministero dell’Ambiente la richiesta di inserire tutti i diciotto siti in cui vi è la presenza di “CIC”, compresa la caratterizzazione della strada consortile. Nei prossimi giorni la richiesta sarà formalizzata al Ministero  con l’inoltro di una delibera della Giunta regionale.  “Ritengo che la vera battaglia per sanare la ferita aperta sul nostro territorio da almeno un decennio – ha detto ancora Rizzo – inizia proprio ora e noi continueremo, con rinnovato impegno, a tutelare gli interessi del nostro territorio e della sua gente”.

Please enter banners and links.

Condividi sui social000
Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*