Caldaie ibride, cosa sono e quale convenienza

Please enter banners and links.

La caldaia ibrida in sintesi combina due o più fonti energetiche, per assicurare la massima efficienza e risparmio. L’impianto può essere utilizzato sia per la climatizzazione invernale che per quella estiva, oltre che per il riscaldamento dell’acqua sanitaria.

Caldaia ibrida: Come funziona

In generale, il sistema sfrutta l’energia prodotta da una fonte fossile (es. metano o gpl) e da una fonte rinnovabile. La fonte fossile è utilizzata da una caldaia è a condensazione, con unità interna ad incastro, mentre quella esterna è una pompa di calore (Leggi anche: Pompa di calore e vantaggi) con una potenza di circa 5-6 kW. Con questa impostazione si riesce ad avere due generatori di calore, con evidenti risparmi sui costi in bolletta  in quanto si è meno soggetti ai rincari dell’energia elettrica.

Le modalità di funzionamento sono riassumibili:

  1. solo la caldaia,
  2. solo pompa di calore
  3. combindo intelligentemente entrambe le energie.

 

Infatti, ad esempio, se la temperatura esterna è troppo bassa con la pompa di calore si avrebbe un consumo più elevato rispetto a quelli della caldaia a condensazione, quindi il sistema sfrutterà la caldaia a condensazione in un ottica di massimizzazione del comfort abitativo e del risparmio energetico.

 

Caldaia ibrida e Sistema integrato: scelta sostenibile

Oltre alla convenienza si unisce la sostenibilità ambientale: grazie al principio di funzionamento della pompa di calore, che utilizza il calore esterno presente nell’aria sia per riscaldare, durante i mesi invernali, che per rinfrescare durante la stagione estiva, e tutto questo diminuisce drasticamente lo sfruttamento di risorse fossili e riducendo inoltre le emissioni di CO2. Tutto questo si traduce in un maggiore risparmio se il sistema è abbinato ad un sistema di pannelli solari (fotovoltaico solare termico).

 

Caldaia Ibrida: Sostenibilità, efficienza, convenienza

La scelta di una caldaia ibrida a condensazione, assicura la riuscita in termini di risparmi, sostenibilità ed efficienza

Ecco i principali vantaggi del sistema integrato ibrido:

1Minore impatto ecologico, risparmio nell’utilizzo di fonti fossili e diminuzioni di emissioni di CO2
2Facilità nell’installazione: non vi sono interventi drastici sull’impianto, si sostituisce la sola vecchia caldaia, senza intervenire sul sistema di distribuzione
3. Risparmio in bolletta, sia nel riscaldamento invernale che nella climatizzazione estiva, oltre che nella fornitura di acqua sanitaria
4. Efficienza massima grazie alla integrazione di più fonti energetiche
5. Sistema predisposto per i possibili futuri sviluppi del mercato dell’energia.

 

 

 

Please enter banners and links.

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*