Cerisano, le liste che scendono in Campo per le Amministrative 2016

Cerisano presenta le due liste, pronte a scendere in campo per il rinnovamento della cittadina delle Serre Cosentine

Please enter banners and links.

E anche Cerisano ha presentato le sue due liste, pronte a scendere in campo per il rinnovamento della cittadina delle Serre Cosentine. C’è chi l’ha fatto con più colore e chi invece ha preferito la linea della concretezza, che da sempre contraddistingue uno dei candidati a Sindaco. Due scelte diverse ma cariche tutte di vivacità e voglia di cambiamento. Le voci di corridoio,  in questi mesi di commissariamento comunale, si sono inseguite sui componenti  e molte hanno trovato fondamento, altre, invece, meno, perché si sono ritrovati fuori dai giochi alcuni candidati e papabili possibili, per volontà o per necessità non possiamo saperlo con certezza.

Da lunedì,  sempre se si metterà un attimo di tregua per festeggiare le mamme e soprattutto nel Paese mariano per eccellenza, la Madonna di Pompei di cui l’8 maggio ricorre la festa, inizieranno le battaglie politiche, se così possiamo definirle, e siamo certi senza risparmio di colpi  e battute.

Con toni diversi, logo di listache hanno preceduto le scese in campo, perché ora si farà sul serio e la gente comune, ha necessità di risposte e programmi, siamo ancora lontani dal modello americano basato sulle scaramucce a sfondo gossip e scandalo. Quindi partiamo seriamente e con la consapevolezza che chi osserva e voterà dovrà aver chiari i programmi.

La lista dei candidati a sindaco Salvatore Mancina  e la lista a sindaco avvocato Lucio Di Gioia dovranno dimostrare a fatti il cambiamento, poche promesse, più certezze e soprattutto ciò che realmente è possibile fare. Altra certezza sarà che il potenziale votante prenda visione delle leggi Regionali e di ciò che le loro politiche possono realmente fare e realizzare per tutti. Quindi più informazione da parte del cittadino, affinché si riesca a decodificare le cose,  che verranno dette, con consapevolezza e discernimento.

I candidati della lista a sindaco Lucio Di Gioia “Prima Cerisano”: Bruno Giuseppina, De Bartolo Maurizio, Falsia Francesco, Greco Elena, Greco Paolo, Greco Pierfrancesco detto Piero, Marino Ernesto, Muoio Nadia Lorenza,  Muoio Roberto, Pellegrino Francesca, Santelli Francesco detto Ciccio, Settino Simone.

La lista del candidato a Sindaco Salvatore Mancina è così composta: Aquino Emanuela, Rosario Belmonte, Alessia Esposito, Carlo Golletti detto Franco, Nicodemo Mazza, Carmelo Morrone, Eugenio Naccarato, Antonio Perrotta, Giuseppe Pizzini, Ivan Provenzano, Marianna Santelli, Raffaella Verrina.

Tanto entusiasmo in Municipio per la lista Di Gioia, da parte dei sostenitori, che hanno incuriosito il mondo virtuale di facebook, molti amici da sempre vicini al candidato avvocato Lucio Di Gioia, che il nostro giornale ha intervistato qualche tempo fa e di cui riportiamo il link di riferimento:  http://www.alvolonews.it/presentato-il-nuovo-simbolo-della-lista-di-gioia/

La lista di Salvatore Mancina oltre ai dodici candidati presenta per noi di Alvolonews  la possibilità di accedere ad una importante Premessa, giunta dall’Ufficio Stampa del Candidato e che inizia con un grande omaggio alla cittadina delle Serre. E così: una città che non si è arresa nonostante le vicende Europee e soprattutto Italiane, che hanno dato sfogo ad una crisi che sembrava irreversibile. I cittadini si sono contraddistinti, e ciò da sempre, dallo spirito di intraprendenza e dalla voglia di fare. L’Ente con la precedente Amministrazione si è trovato in una situazione non facile sia nello scenario Italiano, poi Regionale, e sia locale, dovendo rispettare il Patto di stabilità e trovandosi in eredità un ammanco di tributi per il valore di 1.300.000 euro e però riuscendo a estinguere un valore del 40% dei precedenti mutui accesi.

Da questi presupposti  la lista “Cerisano Rinnovamento e Futuro” propone “il Patto di Cittadinanza”, che si andrà a sviluppare su quattro fondamenti: Crescita, Solidarietà, Trasparenza e Rinnovamento.

La crescita passa attraverso l’Innovazione per tracciare nuove linee per lo sviluppo sostenibile e inclusivo. Ciò non andrà a comprimere i diritti del cittadino, ma vedrà un potenziamento infrastrutturale e di collegamenti con le frazioni, il Capoluogo e il Polo Universitario. La premessa pone anche un altro importante aspetto, che la Calabria patisce e non solo il paese di Cerisano, che è la BUROCRAZIA, essa meno è, maggiore sarà la garanzia di Democrazia, che garantirà, se attuata, l’ attivazione di nuove opportunità per imprese e cittadini; valorizzare le specificità municipali, e sostenere lo sviluppo delle sue potenzialità con l’incremento del suo peso specifico in contesti sovra-comunali.cerisano rinnovamento

La Solidarietà implica politiche sociali che tutelino le fasce più deboli, in strutture. quindi la politica nella sua capacità deve saper selezionare i bisogni reali in un sistema di Welfare, che sappia impegnare tutte le risorse disponibili in un contesto di sussidiarietà circolare.

La Trasparenza, vedrà l’Istituzione caricarsi della responsabilità delle proprie decisioni garantendo in modo chiaro: modalità e tempi di compimento. Quindi Democrazia partecipata, significa valorizzazione di tutti gli organi Politici di un’Istituzione, sviluppo di organismi di partecipazione per momenti di ascolto, confronto, rendicontazione con i cittadini e le sue articolazioni associative.

Il Rinnovamento si otterrà con la piena attuazione dei punti precedenti, che garantiranno alla compagine politica, di Salvatore Mancina, di rompere con il passato. ripartire con un programma politico più snello e sostenibile.

I punti che si articolano nel seguire vedono la creazione di una fattoria didattica, di un orto botanico, attenzione e sensibilizzazione all’ambiente quindi; gestione dei rifiuti e sostenibilità; politiche energetiche. Ma sarà un programma, che non prescinderà dalla Cittadinanza attiva e importante sarà la collaborazione con l’ organizzazione sovra-comunale “PANDOSIA”, che comprende i Comuni del comprensorio del Capoluogo Cosenza.

Maggiore attenzione alla vita aggregativa giovanile con l’istituzione di una Consulta dei giovani e che possa passare dalle discipline sportive in collaborazione con le associazioni, che già collaborano sul territorio a tal scopo.

Miglioramento  della Sicurezza del Piano di Protezione Civile, cui saranno apportate dinamiche che possano, a cura delle associazioni parrocchiali, come Madonna del Rosario Onlus o/e SIGEA, procedere a vere e proprie esercitazioni per volontari e operatori. E ancora, costituire la polizia rurale che sia di controllo delle zone di riferimento e, nella complessità, incentivare l’agricoltura nelle zone suddette come contenimento per i disastri idrologici e dolosi o meno di potenziale incendio. Creare aree taglia fuoco in prossimità delle abitazioni e i boschi, come il territorio del Campo sportivo e “bocche d’acqua” nelle zone periferiche e montane.

Il programma non si esaurisce qui. Aspettiamo con interesse e attenzione la Conferenza, che si terrà nel breve tempo, per sentire in modo più completo dalle parole del candidato a sindaco Salvatore Mancina le altre novità che riguardano il suo articolato e puntuale programma, che abbiamo riassunto con grande sintesi.

Nei Prossimi giorni vi daremo seguito nel particolare di questa premessa alla presentazione della lista “Cerisano Rinnovamento e Futuro”.

Le liste hanno volti giovani e molte donne nella compagine e che possa spuntare su Cerisano con partecipazione…il Sole all’improvviso!!!

by Lucia De Cicco

Please enter banners and links.

Condividi sui social000
Avatar
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos lucia.decicco.70@gmail.com Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*