Conclusa la Seconda Edizione di Muse Arte A Roma

IMG-20171001-WA0005

Nell’imponente, austera, prestigiosa Sala Monumentale della Biblioteca Angelica, Piazza di Sant’Agostino 8 Roma, la professoressa Myriam Peluso ha concluso la Seconda Edizione di Muse Arte A Roma Una settimana molto intensa, dal 22 al 30 Settembre, dedicata alla cultura e all’arte: presentazione di libri, arte pittorica, arte orafa, arte culinaria. Sono state soddisfatte le propensioni naturali dei numerosi partecipanti, in un clima di cordialità e di serenità, scevro da conflitti personalistici che, a volte caratterizzano alcuni eventi. Nessuno ha voluto prevaricare nessuno ed ha vinto la Bellezza. Bellezza della location, che ci ha accolto (MIBACT), diretta dalla dott. Fiammetta Terlizzi, Bellezza delle persone che hanno donato i loro saperi, generando arricchimento del patrimonio culturale, Bellezza della Front- Woman, Myriam Peluso che ha saputo realizzare tutto ciò. L’artista Nicolas Retrivi Mora ha tappezzato le pareti di paesaggi e di personaggi noti e meno noti, ma ricchi di umanità e di significati profondi. L’artista orafo Rocco Epifanio ci ha condotto nel mondo della Magna Grecia, in particolare in Calabria, con i suoi gioielli, opera di fine cesello, ispirati al mondo di magia che solo i Greci hanno saputo donare ad una terra martoriata, abusata e derubata da una miriade di popoli usurpatori.

IMG-20171001-WA0001

L’esposizione dei ventagli ci ha fatto rivivere il mondo gitano dell’Andalusia, con la musica struggente dei violini! Lo scrittore vaticanista Rossano Stefano ha presentato il suo libro: severo, puntuale, frutto di annosa ricerca e ispirato alla nuova Costituzione della Chiesa dal titolo: La Costituzione Apostolica Pastor Bonus: Evoluzione storico giuridica e possibili evoluzioni future (Ed. Aracne). Le due relatrici Mariailva Morciano e Daniela Tarditi, non hanno tralasciato nulla ed hanno reso edotta la platea, attenta ad ogni passaggio del testo. Lo scrittore e giornalista Michele Rutigliano ci ha condotto nel mondo incantato di Ferrandina d’altri tempi, della sua infanzia, dei personaggi, che hanno popolato la sua vita di bambino, laddove i contadini hanno consumato le loro vite col duro lavoro della terra, senza lamentarsi mai! Attente e acute le osservazioni del giornalista ed autore Andrea Lo Consoli.

IMG-20171001-WA0008

Egli afferma: l’emigrazione di massa della fine dell’Ottocento è stata sì, la conseguenza della mancanza di lavoro ma, soprattutto la gente ha sentito il bisogno di ribellarsi al sistema chiuso, repressivo ed oppressivo di un mondo impregnato di moralismo. Egli aggiunge: soprattutto negli anni Cinquanta, forse a causa dell’alfabetizzazione di massa, venne abbattuto il sacro e il mondo dei valori ancestrali che sosteneva la Basilicata. I giovani, al posto dei campi di grano hanno preferito lo sviluppo industriale e la droga. l’Arte in cucina. Gli artisti incontrano gli chef (Ed. Mondadori), autore Domenico Monteforte con la collaborazione di: Alberto Sacchetti, Fabio Campoli, Rosario Sprovieri, Gianmarco Puntelli, Silvia Luchini. Rosario Sprovieri (Direttore del Complesso SantAndrea- Teatro ai Dioscuri del Quirinale) ha così esordito: in ogni periodo storico, anche nei tempi bui, in Italia sono state create opere d’arte di valore. Oggi, invece, non c’è più spazio per l’umanità ed è tra gli esclusi che bisogna cercare i creativi e portarli alla luce. Egli ha inoltre ricordato come, nella storia di Roma, ci sia sempre stato uno stretto rapporto tra gli artisti e i ristoratori: venivano esposti i quadri perché gli avventori li comprassero e poi in cambio di un pasto regalavano un dipinto. Monteforte, artista toscano della costa suole definirsi, ha una grande passione per la cucina (in fondo è creazione) ed ha creato un sodalizio con prestigiosi ristoratori italiani che hanno guidato i neofiti. Egli preferisce la cucina tradizionale, ma accoglie anche contaminazioni internazionali. Ama organizzare cene con amici artisti e, la sua idea, nata come idea provinciale è diventata internazionale. Le sue ricette sono fattibili in casa perché evita le ridondanze. Aggiunge: l’Italia è un coriandolo sul pianeta, ma è apprezzata in tutto il mondo per la qualità e per la singolarità delle sue creazioni. Molto gradite e apprezzate le presenze di: Alba Gonzales (scultrice), Maria Laura Berlinguer, Roberta Gulotta (artista), Mariailva Morciano (giornalista e storica dell’arte).

IMG-20171001-WA0007

IMG-20171001-WA0003

Roma 2 Ottobre 2017
Servizio e foto by Carmela Costanzo, autrice

Condividi sui social000
Carmela Costanzo
CircaCarmela Costanzo

Docente - Socia fondatrice dell'Associazione culturale Nòstos - poetessa Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*