Cosenza: Riguardo i lavori di Piazza Bilotti

Riceviamo e pubblichiamo da:

MOVIMENTO NOI – RETE UMANA

Il Movimento Cattolico NOI cui stanno a cuore la legalità e trasparenza nell’esercizio della Pubblica Amministrazione, ringrazia l’Eurodeputata Laura Ferrara (M5S), per avere accolto la richiesta di fornire la documentazione relativa all’interrogazione da lei proposta presso la sede di Bruxelles, in merito agli aspetti di legalità relativi all’esecuzione dei lavori di Piazza Bilotti in Cosenza. L’Europarlamentare nella sua qualitàdi Vicepresidente della Commissione Giuridica al Parlamento Europeo, si interrogava, attese le mancate risposte della Pubblica Amministrazione locale in merito ai lavori di Piazza Bilotti a Cosenza, se fossero state rispettate le procedure. In tal senso, manifestava la volontà di ricorrere all’ OLAF – Ufficio Europeo per la Lotta Antifrodre di Bruxelles. Il Movimento Cattolico NOI, con funzione di gruppo di pressione verso la legalità e la trasparenza, in armonia con l’esigenza di legalità che ha mosso la richiesta dell’Europarlamentare, chiedeva alla stessa di pubblicare l’interrogazione. Oggi la ringrazia per avere fornito i dati relativi alla stessa che si riportano a conoscenza degli Organi di Informazione qui di seguito.

Interrogazione con richiesta di risposta scritta P-007940/2017

alla Commissione

Articolo 130 del regolamento

Laura Ferrara (EFDD)

Oggetto:      POR Calabria FESR 2007-2013: progetto ed interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione ricreativo-culturale di piazza Bilotti

Nell’ambito degli interventi previsti dal POR Calabria FESR 2007-2013, tra i progetti integrati di sviluppo regionale rientravano due progetti PISU relativi all’area di piazza Bilotti a Cosenza, per un ammontare di 16,1 milioni di EUR.

Nei mesi scorsi la realizzazione dei due progetti ha subito dei rallentamenti: in un caso a causa del mancato collaudo finale di piazza Bilotti, nell’altro a causa del sequestro del parcheggio interrato di piazza Bilotti disposto in seguito a un’indagine effettuata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

Nelle ultime ore sembrerebbe che nel parcheggio interrato, all’interno dei locali dove a breve è prevista l’apertura di un fast food, si stiano realizzando alcune opere abusive che configurerebbero una difformità tra il progetto approvato e ammesso e quanto effettivamente realizzato.

Alla luce della scadenza del 31 marzo 2017 per la presentazione della relazione finale di attuazione del POR, può la Commissione far sapere:

  1. se i due progetti sono stati totalmente completati;
  2. se tutti i pagamenti, saldo finale compreso, sono stati già effettuati a valere sul POR Calabria FESR 2007-2013;
  3. se le recentissime vicende su esposte potrebbero incidere sulla effettiva conformità del progetto realizzato, potendo comportare, di conseguenza, il recupero delle somme già versate e la contestuale segnalazione dell’intera vicenda all’OLAF.

Ufficio Comunicazione Istituzionale

Movimento NOI – RETE UMANA

Movimento di Opinione Sociale, Culturale e Politico

 

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*