Efficienza e Climatizzatori, come agire

Please enter banners and links.

Le regole fondamentali per scegliere i condizionatori non possono che non passare dallo scegliere condizionatori con una classe energetica alta, condizionatori di tipo inverter e sfruttare gli incentivi per l’acquisto di una pompa di calore che sostituisca il vecchio impianto. Ecco alcuni dei 10 consigli pratici che l’Enea ha messo online per incentivare il risparmio energetico nel periodo estivo per quanto riguarda le scelta e l’utilizzo dei condizionatori.

Condizionatori: quale scelta e quale potenza

Uno dei primi consigli dell’Enea consiste nella scelta adeguata del condizionatore, infatti è preferibile acquistare modelli in classe energetica A o superiore, di scegliere quelli a tecnologia inverter, in quanto gli apparecchi dotati di tecnologia inverter adeguano la potenza all’effettiva necessità e riducono i cicli di accensione e spegnimento fornendo un maggiori risparmio energetico. Si ricorda inoltre di approfittare degli incentivi per l’acquisto di una pompa di calore (ecobonus 65%, valido fino al 31 dicembre 2016, o Conto termico) se destinati a sostituire integralmente o parzialmente il vecchio impianto termico. Inoltre è importante scegliere la potenza adeguata in modo da migliorare il confort ed il risparmio. A tal proposito consigliamo di utilizzare il Simulatore Climatizzatori di Tucommit che con poche e semplici informazioni potrà darvi idea della potenza necessaria che vi occorre per la climatizzazione dei vostri ambianti in pochi e semplici passi!

Climatizzatori: uso efficiente

Enea inoltre a messo a punto altre semplici regole, tra cui riportiamo:

1) La posizione migliore in cui collocare il climatizzatore è nella parte alta della parete, questo perchè l’aria fredda tende a scendere e si mescolerà più facilmente con quella calda che invece tende a salire. Bisogna evitare di posizionare il climatizzatore dietro divani o tende in quanto l’effetto-barriera blocca la diffusione dell’aria fresca.

2) Attenzione a non raffreddare troppo l’ambiente, infatti due o tre gradi in meno della temperatura esterna sono sufficienti. Per aumentare il risparmio a volte è sufficiente attivare solo la funzione “deumidificazione”, perché è l’umidità presente nell’aria che fa percepire una temperatura molto più alta di quella reale.

3) Ogni stanza ha bisogno del suo climatizzatore, infatti installare un condizionatore potente in corridoio sperando che rinfreschi tutta casa non è corretto e consigliabile. Infatti l’unico risultato sarà quello di raffrescare solo la zona dove il climatizzatore è presente caricando troppo il consumo senza un effettivo confort.

4) Non lasciare porte e finestre aperte così da evitare di riscaldare l’aria all’interno.

5) Coibentare i tubi del circuito refrigerante all’esterno dell’abitazione, infatti se esposti direttamente al sole cala l’efficienza ed aumenta il consumo. Inoltre è bene assicurarsi che la parte esterna del climatizzatore non sia esposta direttamente al sole e alle intemperie.

6) Usare il timer e la funzione “notte” per ridurre il tempo di accensione dell’apparecchio.

7) Occhio alla pulizia e alla corretta manutenzione. Se non troppo deteriorati, e quindi da sostituire, i filtri dell’aria e le ventole devono essere puliti alla prima accensione stagionale e almeno ogni due settimane perché lì si annidano facilmente muffe e batteri dannosi per la salute. Inoltre è importante anche controllare la tenuta del circuito del gas ed affidare la manutenzione a dei professionisti.

Vorresti ricevere maggiori informazioni o un preventivo dettagliato?

Inserisci la tua richiesta, è Facile Veloce e Senza Impegno!

 

preventivo climatizzatori tucommit

 

 

Please enter banners and links.

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*