“Figli difficili” di Michele Prisco, editore Pellegrini

Please enter banners and links.

COSENZA – Sabato 1 aprile alle ore 18,00 presso “Terrazzo Pellegrini” a Cosenza, verrà presentato il volume “Figli difficili” di Michele editore Pellegrini.

Una nuova iniziativa intrigante, coinvolgente e alternativa da parte della Fidapa di Cosenza. Interverranno Anna Cerrigone , vice presidente sezione di Cosenza e Alberico Guarnieri, critico letterario.

Porteranno i saluti istituzionali Alessandra De Rosa, consigliera delegata al Welfare e presidente della Commissione cultura di Palazzo dei Bruzi, Maria Teresa Seta, presidente Fidapa sezione Cosenzas

A introdurre l’evento sarà la giornalista Antonietta Cozza, ufficio stampa LPE. Inoltre ad onorare la presentazione con la loro presenta saranno le figlie  di Prisco, Antonella e Caterina.

L’evento sarà animato, con letture e brani musicali, dalla vice presidente Anna Cerrigone. Patrocinato dalla città di Cosenza, Terrazzo Pellegrini e dalla FIDAPA- BPW Italy.

Michele Prisco nasce a Torre Annunziata (NA) Si dedica con passione alla letteratura, pubblicando il suo primo racconto nel 1942 e dal  titolo: “Gli Alianti“,  apparso nell’inserto La Lettura de «Il Corriere della Sera». Inizia altresì una fruttuosa collaborazione con «La Gazzetta del Popolo» di Torino, collaborazione che s’interrompe presto in seguito alla chiamata alle armi che tocca il giovane Prisco.

Al fronte saranno suoi commilitoni gli scrittori Gino Montesanto e Mario Pomilio, nonché il pittore Enrico Accatino. Non è difficile immaginare che il suo percorso di formazione sia continuato anche durante le fredde notti in trincea. Grande conoscitore della borghesia napoletana – nei suoi libri sarà fine osservatore di debolezze e limite della sua classe sociale – è stato scrittore prolifico e molto apprezzato da pubblico e critica che ne amano subito lo stile ricco e pastoso.

Michele Prisco ci lascia il 19 novembre 2003, in quella stessa città da lui così amorevolmente descritta nei suoi numerosi libri: Napoli.

Il Libro “Figli difficili” è un romanzo necessario oggi. A sessantadue anni dalla sua prima edizione è un’autentica sfida contro i dettami delle mode in questo nostro tempo dominato dall’incombere di storie a buon mercato. Ciò assume un significato ancora più ‘eversivo’ se si tiene conto della densa trama di ricordi fondante l’ossatura del romanzo, che Michele Prisco scandaglia con un rigore chirurgico, non allo scopo di edificare una ‘cattedrale della memoria’, ma con l’intento d’ evidenziare tutte le sfaccettature tipiche della complessa architettura caratterizzante il vissuto dei personaggi centrali, Andrea, Roberto, la signora Giuditta e Giulia, così da rendere la lettura impegnativa, eppur gradevole, anche per quel sottile “fil rouge” di suspense palpabile ad ogni pagina. “Figli difficili” è un romanzo connotato dall’attesa e dall’apparente immobilità dei personaggi che, pur bloccati nello stesso spazio, vivono la forza dirompente dei pensieri e delle emozioni; un’invenzione narrativa unica e, per molti aspetti, introvabile nel panorama della letteratura italiana contemporanea.

Michele_Prisco_

Michele Prisco

 

Servizio by Anna Maria Schifino, autrice

 

Please enter banners and links.

Condividi sui social000
Anna Maria Schifino
CircaAnna Maria Schifino

Autrice e relatrice di Cassano Allo Ionio, i suoi pezzi appaiono spesso sul Quotidiano del Sud in veste di Opinionista e altri motori online Curatrice della rubrica di Alvolonews.it "CUCINA" Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*