Guerra social e pubblica con turpiloquio per le Amministrative di Mendicino

Si è aperta da più di una settimana la campagna elettorale su Mendicino, per le amministrative imminenti e gli animi sono infuocati e non solo tra avverse coalizioni ma anche tra persone che abitano nella Città e/o sono residenti altrove, il problema maggiore è il lessico che va da Bavoso ad Immigrato a Feccia a più strettamente dialettale, ma facendo riferimento a sanitari antichi e moderni, qual cesso e il famoso “cantaro” che i nonni custodivano sotto al letto, accompagnati dalle professioni delle persone che diventano anche quelle momento di ridicolo, come avvocato, giornalista, poliziotto e Sindaco, perché oggi fare ed essere un politico di professione par quasi essere una parolaccia.  Insomma la città appare in fermento, ma tuttavia vi sono personaggi che proiettano la loro inadeguatezza, frustrazione e bullismo anche in sedi non propriamente di movimenti politici e cioè il solito facebook , che come diceva Eco ha dato voce agli imbecilli, uno strumento da leoni e leonesse da tastiera, senza arte nè parte per poter sedere al tavolo del ragionamento amministrativo. Gli insulti si giocano sul filo sottile anche delle presenze di pubblico che più o meno si calibrano con un +1 in favore della coalizione uscente che ricordiamo si ripresenta quasi al completo delle precedenti amministrative. E che pare dai vari post internet e soprattutto dai video in rete sia la sola colpita al cuore, nella professione e nella persona dall’aspetto fisico al gestionale alla competenza sia dalla voce dei sostenitori opposti e dai soliti uno contro tutti, che fanno di facebook il ronzino su cui saltare e marciare .

Tra i tanti gruppi ci sono quelli che hanno come obiettivo sottolineare i blocchi facebook dovuti al forte turpiloquio  che sia dalle loro bacheche e altri che nel frattempo fanno capolino nelle bacheche altrui ammoniscono con insulti e calunnie, che affondono nel passato più o meno vero del mal capitato, per mettere a tacere ciò che da mesi è sotto gli occhi di tutti. una grande e cattiva maleducazione.

Noi di Alvolonews auguriamo ad entrambe le liste un sereno percorso e a chi si diverte con facebook un tranquillo prosieguo 

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*