Guida Fotovoltatico: progettazione e installazione

Please enter banners and links.

Se l’idea è quella di installare un impianto fotovoltaico, che consente di risparmiare sui propri consumi di energia elettrica, questa breve guida potrà chiarire le principali fasi per la realizzazione.La prima fase, cioè quella delle progettazione è molto importante, infatti dimensionare l’impianto su misura in base ai propri bisogni e consumi è di sicuro la scelta migliore, in modo da massimizzare il proprio autoconsumo. Tucommit, mette a disposizione un simulatore fotovoltaico gratuito (Accedi Qui) per il dimensionamento e rientro economico dell’impianto fotovoltaico in base ai propri consumiQuesta fase della progettazione e dimensionamento, porta a  stimare la produzione dell’impianto, che è basata oltre che da latitudine e radiazione solare disponibile sul luogo di installazione, anche dai seguenti fattori:

  • simulazione esposizione solare ed inclinazione moduli
  • calcolo del fabbisogno energetico
  • calcolo del rendimento dell’impianto nella propria zona (in base all’irraggiamento solare)
  • calcolo della potenza necessaria all’impianto per soddisfare i consumi dell’edificio

Fotovoltaico: Massimizzare l’autoconsumo

Massimizzare l’autoconsumo permette di ottenere maggiore risparmio. Questa impostazione, riduce l’acquisto di energia elettrica dalla rete, che è più oneroso rispetto all’utilizzo dell’energia auto-generata dal proprio impianto fotovoltaico. Il principio sull’autoconsumo dell’energia elettrica prodotta dall’impianto è molto semplice:

  • autoconsumando il più possibile si ammortizza più rapidamente il costo dell’impianto fotovoltaico in quanto si riduce, se non l’azzeramento (con l’utilizzo degli accumulatori fotovoltaici), della bolletta elettrica.

In generale, la convenienza dell’impianto fotovoltaico è maggiore per chi consuma più elettricità. Una buona idea potrebbe essere abbinare al fotovoltaico l’installazione di pompe di calore elettriche. Ricordiamo che la pompa di calore ad alta efficienza energetica fornisce sia raffrescamento che riscaldamento, e consente di spostare i consumi per il riscaldamento dalla bolletta del gas a quella elettrica, con grande convenienza per chi l’elettricità se la produce in proprio con il solare.

Fotovoltaico: Prezzo

Dimensionato l’impianto fotovoltaico, bisogna valutare le offerte sul mercato. Il prezzo medio al kWp installato, per gli impianti domestici (da 2 kW a 6 kW) oscilla tra  1.700 €2.200 € + IVA (10%), e questo in base ai materiali utilizzati e tipologie di installazione più o meno complesse. Il prezzo include non solo materiali, progettazione e installazione, ma anche le consulenze necessarie per richiedere le autorizzazioni agli enti preposti e oltre che la richiesta di connessione elettrica al Gestore di Rete.

La valutazione delle offerte in generale va basata sui seguenti fattori:

  •  servizio di consulenza tecnico (professionista abilitato o azienda certificata)
  •  garanzie
  •  qualità dei materiali usati
  •  rispetto delle normative di sicurezza nell’installazione

Fotovoltaico: Incentivi

Un impianto fotovoltaico (fino a 20 kW) rientra come intervento di riqualificazione energetica e sostenibile della propria abitazione e usufruisce della detrazione fiscale del 50% prevista dagli incentivi sulle ristrutturazioni edilizie. Con questo meccanismo metà del costo dell’investimento viene recuperato grazie alla detrazione che avviene in 10 anni, con rate annuali. Inoltre si potrà usufruire del meccanismo dello Scambio Sul Posto (SSP) erogato dal GSE.

Fotovoltaico: Installatori Certificati

Per la progettazione e l’installazione del proprio impianto fotovoltaico si consiglia di preferire le professionisti iscritti ai corrispondenti albi professionali e aziende specializzate e certificate.

Fotovoltaico: Materiali

Prodotti riconosciuti a livello internazionale garantiscono la durata della vita del tuo impianto fotovoltaico. Inoltre, in condizioni di esposizioni non ottimali o con presenza di ombreggiamento, è consigliabile installare dei dispositivi di ottimizzazione della produzione energetica. Questi dispositivi simili a scatolette da installare dietro i pannelli, consentono a ogni modulo di lavorare indipendentemente dallo stato di quelli adiacenti, garantendo quindi maggiore continuità nella produzione e consentendo il monitoraggio di ogni singolo modulo. Altro consiglio, ma non meno importante, è quello di chiedere un inverter predisposto a gestire i sistemi di accumulo, in modo da non doverlo cambiare nel caso in cui successivamente si desideri installare una batteria.

Fotovoltaico: Manutenzione

La manutenzione è molto importante e garantisce una maggiore durate ed efficienza del proprio impianto. E’ importante sottoscrivere un contratto che preveda come minimo il monitoraggio ed il sopralluogo nei primi 2 anni dall’installazione per la valutazione dell’efficienza ed affidabilità dell’impianto.

Fotovoltaico: Garanzie

Sui componenti valgono le garanzie offerte dai costruttori che in generale prevedono:

  • 10 anni sui moduli
  • 25 anni sulle prestazioni
  • 5 anni per gli inverter

L’impianto fotovoltaico, come sistema generale, ha per legge la classica garanzia di 2 anni, che deve essere fornita da chi realizza l’impianto. Infatti se si verifica un problema che dipende da un singolo componente, la responsabilità è del fornitore, se invece il motivo del malfunzionamento è legato all’installazione o alla progettazione, la responsabilità è della ditta installatrice.

 

Please enter banners and links.

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*