I dializzati di Trebisacce riavranno il loro centro attivo

Ieri mattina è avvenuta una riunione interna presso il presidio ospedaliero di Trebisacce(CS) in riguardo ai lavori di ristrutturazione nel reparto dialisi . I pazienti dializzati, ben 55 persone, si sarebbero spostati dalle ore 20:00 di sera fino alle ore 3:00 di mattina di ogni giorno negli ospedali limitrofi. Una buona notizia per i dializzati: l’Unita’ di dialisi di Trebisacce non chiuderà neppure un giorno. La direzione sanitaria ha comunicato che i lavori di ristrutturazione saranno eseguiti senza sospendere il servizio. La conferma è arrivata all’incontro promosso dall’Aned. Premiata la linea sostenuta fin dal primo momento dal Comune.

Eseguire i lavori di adeguamento della struttura senza pregiudicare i diritti dei cittadini. È la richiesta, che il consigliere regionale Gianluca Gallo, presente alla riunione insieme al sindaco di Trebisacce, indirizza ai vertici dell’azienda sanitaria provinciale di Cosenza in relazione ai preannunciati interventi di manutenzione straordinaria che dovrebbero interessare, nelle prossime settimane, l’ala dell’ospedale di Trebisacce che, attualmente è ospitata dall’unità di dialisi.“L’esecuzione dei lavori programmati “. Ha dichiarato Gallo che comporterebbe inevitabilmente la chiusura, sulla carta temporanea, del centro di dialisi, l’unico punto di riferimento per diversi comuni del territorio e decine di migliaia di cittadini. Un’ipotesi che per il consigliere comporterebbe conseguenze negative per i dializzati, che sarebbero costretti a ricorrere ad altre strutture, con pesanti penalizzazioni soprattutto quanto agli spostamenti, in un’area fatta di piccoli centri molti dei quali montani, di un sistema viario precario e di trasporti pubblici quasi inesistenti. Anche per evitare il rischio , che tale soluzioni di transitorie potrebbero poi diventare definitive, come spesso è accaduto nel recente passato, con conseguente rinvio fino alla riapertura dell’unità di dialisi a tutela dei cittadini e delle loro sacrosante esigenze sarebbe comunque opportuno adottare gli accorgimenti utili a consentire sia l’esecuzione dei lavori di adeguamento sia, magari in altra ala dell’ospedale, il prosieguo delle attività del centro di dialisi.

Il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, al ricevimento della lettera avviata dai dializzati ha prontamente chiesto all’Asp di voler concordare preventivamente col Comune ogni iniziativa, manifestando da subito una ferma contrarietà all’ipotesi di sospensione delle attività del centro.

L’accorato appello dei dializzati dell’ospedale di Trebisacce è stato preso a cuore dal sindaco Mundo e dal consigliere regionale Gian Luca Gallo e di chi ha sposato questo problema. Restando al loro fianco .
La serietà e la sinergia tra le forze , principalmente umane, ripaga sempre.

Condividi sui social000
Anna Maria Schifino
CircaAnna Maria Schifino

Autrice e relatrice di Cassano Allo Ionio, i suoi pezzi appaiono spesso sul Quotidiano del Sud in veste di Opinionista e altri motori online Curatrice della rubrica di Alvolonews.it "CUCINA" Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*