Il giornalista Franco Rosito riconfermato alla Presidenza del Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza

 

L'organico del direttivo con il Presidente Rosito

L’organico del direttivo con il Presidente Rosito

A nominarlo, all’unanimità, il nuovo Consiglio direttivo dello stesso Circolo della Stampa eletto a sua volta nei giorni scorsi, per acclamazione, dall’assemblea dei soci riunitasi nella sede del CONI in Piazza Matteotti e presieduta da Beniamino Morrone.

Nel nuovo consiglio direttivo sono stati rieletti, oltre al riconfermato presidente Franco Rosito, i colleghi Franco Mollo, Franco Lorenzo, Monica Perri e Raffaele Zunino. Due i nuovi ingressi: il giornalista professionista Giuseppe Di Donna e la giornalista pubblicista Franca Ferrami.

Il Consiglio direttivo ha poi dato corso al rinnovo delle cariche nominando, all’unanimità, Franco Mollo Vice Presidente vicario (riconfermato nella carica), Franco Lorenzo Vice Presidente (anche per lui una riconferma), Franca Ferrami segretaria e Raffaele Zunino tesoriere.

Per il collegio dei Revisori, l’assemblea dei soci ha eletto Francesco Mannarino, Romolo Cozza e Roberto Barbarossa. Per il collegio dei Probiviri, Franco Segreto, Dino Gardi ed Enzo Pianelli.

Presidente del nuovo collegio dei Revisori è stato nominato Francesco Mannarino, mentre alla presidenza del collegio dei Probiviri è stato indicato Franco Segreto.

Il presidente e il direttivo ringraziano i colleghi Emily Casciaro, Franco Bartucci, Rita Benigno, Luigi Lupo, Vincenzo D’Atri e Michelino Braiotta per il lavoro svolto a supporto delle attività del Circolo nel precedente biennio.

 

«Il nostro circolo – ha sottolineato il Presidente Rosito subito dopo la sua rielezione – è nato per sviluppare attività culturali e formative allo scopo di migliorare, per quanto possibile, il bagaglio professionale dei soci, ma anche per aiutare le giovani leve del giornalismo. Oggi le sfide che ci attendono sono molteplici. La nostra professione va sempre più trasformandosi ed a noi è richiesto uno sforzo notevole per stare al passo coi tempi, soprattutto per far sì che le nuove conquiste della tecnologia e le nuove modalità di comunicazione non perdano mai di vista le regole deontologiche ed il rigore professionale che devono essere sempre alla base del mestiere del giornalista».

Condividi sui social000
Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*