In Cucina con Anna Maria: “pittelluzze” calabresi

Oggi vi regalo una delle ricette tipiche della mia Calabria, le frittelle di zucchine, o pittelluzze, fritte ma non unte, gustose e leggere, inconfondibili per gusto, perchè preparate coi prodotti della mia terra.

pastella-per-fritti-verdure-pesce-frittelle

Come siete messi con la fantasia in cucina? Niente idee per cena?

Ci penso io e vi propongo una ricetta velocissima con le zucchine che ha sempre un successone in famiglia.

Le frittelle di zucchine sono un piatto sfizioso appartenente alla cucina povera, ma che si può rivelare perfetto sia come finger food nei vostri aperitivi informali fra amici o come goloso espediente per far mangiare le verdure anche ai più piccoli.

Frittelle di zucchine, ricetta tradizionale calabrese con tutti i sapori dell’orto, un classico sulle nostre tavole, a contendersi il posto con le polpette di melanzane, nei menù estivi. Le frittelle di zucchine calabresi sono fritte, ma un fritto leggero, che le rende saporite e al tempo stesso leggere.

Quando si parla di frittelle le reazioni sono spesso contrastanti e lasciano trapelare un controverso rapporto di amore e odio.

C’è chi le vuole cuocere al forno, chi le concepisce solo fritte e chi, invece, le mangia, ma non ne vuole sapere di mettersi a farle!

Oggi accantonate ogni remora e preparatevi a friggere, perché le frittelle di zucchine, servite calde appena fatte, sono una delizia per tutti i sensi!

Come dicevamo all’inizio, le frittelle o si odiano o si amano, in questo caso, siamo sicuri che le amerete!

La preparazione delle frittelle di zucchine richiede poco tempo e il bello è che il giorno dopo sono ancora più buone! Vediamo insieme come prepararle.

Ingredienti per 4 persone:

2 zucchine medio grandi

1 uovo

3-4 cucchiai di farina 

Pecorino

Parmigiano

Prezzemolo

Sale e pepe

Olio per friggere

Carta

Preparazione:

Laviamo le zucchine, togliamo le estremità, e le affettiamo sottili. Mettiamo le fette di zucchine in una ciotola e le saliamo, con un paio di pizzichi di sale. Mescoliamo e lasciamo riposare, almeno un’ora.

Dopo un’oretta, quando le zucchine saranno morbide, prepariamo la pastella. Aggiungiamo l’uovo, la farina, meglio poca per volta, sale e pepe, un po’ di prezzemolo, pecorino e parmigiano grattugiato, io preferisco mischiare i due formaggi, soprattutto, quando il pecorino è molto forte di gusto, si può sostituire il pecorino calabrese, con il pecorino più leggero.

Mescoliamo e cerchiamo di capire se la consistenza è giusta, non deve essere una pastella liquida, ma cremosa, e, ovviamente la farina non deve eccedere sulle zucchine. In molti aggiungono un po’ di acqua frizzante per rendere il fritto più gonfio e leggero.

A questo punto possiamo già passare a friggere, dato che le zucchine si son già riposate prima, non c’è bisogno di aspettare, giusto il tempo di organizzare la padella con abbondante olio, portarlo a temperatura, e via a friggere, un cucchiaio di preparato per volta, distanziandoli fra loro, in modo che le frittelle non si attacchino fra loro.

Le giriamo nell’olio caldo qualche volta, fino a farle dorare su entrambi i lati e vedrete che mano a mano si gonfiano, diventano dei deliziosi bocconcini, perfetti per un aperitivo, o un antipasto in compagnia.

Dopo che le togliamo dall’olio, le posiamo su un paio di fogli di carta assorbente, così eliminiamo quel po’ di olio in più.

Se si desidera dare più gusto a questa verdura dal sapore delicato un buon consiglio è quello di cuocerla prima: basta scaldare un filo d’olio d’oliva in una padella, aggiungere uno spicchio di aglio, qualche fogliolina di basilico e fare cuocere le zucchine per circa 20 minuti a fiamma dolce. Le frittelle risulteranno ancora più appetitose!

Il vino giusto per bilanciare la sapidità del fritto e la delicatezza delle zucchine è sicuramente un vino bianco frizzante, fresco al palato ed aromatizzato.

Per info annamaria.schifino@libero.it

Meridiem_zucchineRocio

 

Condividi sui social000
Anna Maria Schifino
CircaAnna Maria Schifino

Autrice e relatrice di Cassano Allo Ionio, i suoi pezzi appaiono spesso sul Quotidiano del Sud in veste di Opinionista e altri motori online Curatrice della rubrica di Alvolonews.it "CUCINA" Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*