La mostra di MArio SCHIano un artista di talento che ci ha lasciati

Si terrà dal 9 all'11 giugno a Palazzo Sersale alla presenza d'Esperti e Istituzioni

Verrà inaugurata domenica 9 giugno la mostra di pittura dal titolo MaSchi che vorrà ricordare l’artista Mario Schiano prematuramente scomparso il primo di ottobre 2018. Mario metteva in ogni suo quadro un’intensa passione che inevitabilmente cattura il visitatore. Il giusto accostamento dei colori, la meticolosa ricerca del dettaglio, la minuziosa attenzione del particolare, la precisione nel dare la giusta espressione agli innumerevoli volti che il giovane Mario ha impresso nelle immortali tele che vedremo esposte presso il suggestivo palazzo Sersale a Cerisano fino all’11 giugno alle 19. La cerimonia di apertura avverrà alle ore 17.00 alla presenza del sindaco di Cerisano avv. Lucio Di Gioia, della curatrice Giusy de Iacovo, del professore Flavio Nimpo della professoressa G. De Caro, della famiglia, di tutti gli amici, concittadini del borgo delle Serre cosentine e di tutti coloro che vorranno apprezzare e ammirare da vicino il talento del giovane artista.

Foto curate dal maestro Roberto Mendicino.

Una morte quella di questo giovane artista che ha buttato nello sgomento tutta Cerisano.  Difficile abituarsi alla morte di un giovane, se poi è un artista la cosa è ancora più angosciante.  Non si fa in tempo a conoscere il proprio vicino, ormai…e sapere di talenti, che faticano a farsi solo vedere riempie tutti di una triste sorpresa e di domande senza risposte. Il tutto in questi nostri territori calabresi, che un Dio ha dipinto e mischiato come in una tavolozza d’artista, ricordando lontanamente Repaci, nella sua descrizione di questa Terra, i cui volti si scontrano e forse si incontrano raramente. 

Cattura quei volti, quei colori Mario? Lo ri-vedremo nella sua mostra in cui egli stesso sarà volto in mezzo agli altri, assieme e spettatore dei suoi dipinti e sarà più facile riconoscerlo in uno piuttosto che in un altro dipinto e chi come me forse l’ha incrociato distrattamente in un giorno qualsiasi per incontrare i suoi occhi la prima volta in una mostra, la sua,  mentre lui sta di fianco in un altrove, qui ed ora…

FB_IMG_1559506855013

 

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*