La terza edizione del premio Peluso nella sala di rappresentanza di Luzzi

Si è tenuto nella sala consiliare di Luzzi  il III evento poetico, oggi,  dedicato al “Viaggio” e al Senatore Peluso e voluto dallo stesso, oggi portato avanti dai figli, nella sala di rappresentanza del Comune e che riporta la titolazione a Umile Franco Peluso.  Erano presenti il Sindaco di Luzzi, l’assessora alla cultura del Comune, rappresentanti della BCCC Mediocrati e Fondazione Carical, Presidente dell’Associazione Le Muse Arte di Cosenza, nonché ideatrice del Premio nella sua II e III edizione, assieme ai fratelli, Myriam Peluso.  Era presente la Giuria che ha valutato le opere, numerose. Presenti anche alcune personalità istituzionali dei Paesi limitrofi e un consigliere provinciale. Il Sindaco di Luzzi ha sottolineato l’autorevolezza del Senatore Peluso, che ha dato tanto alla realtà, pur proveniente da famiglia contadina ha saputo dare tanto anche al mondo culturale ideatore di prestigiosi premi poetici e soprattutto ideatore di un cenacolo culturale che si teneva presso la Villa di Campagna dello stesso Senatore Peluso, presso la quale sono custoditi studi del Senatore,  sue poesie e con la promessa che il prossimo premio possa divenire Istituzionale  e dar maggior risalto all’opera di un lungimirante uomo di politica. 45710519_10216044559083946_9187800198586302464_n45712999_10216044550923742_2364157652797227008_n

 I rappresentanti BCC e Carical hanno tenuto a ribadire l’importanza di sponsorizzare  proposte culturali importanti e dirette a un vasto pubblico. Ha sottolineato la nascita del gruppo bancario la sua evoluzione anche in questi ultimi tempi pur mantenendo caratteristiche imprenditoriali. Hanno sottolineato l’importanza della poesia e di chi fa poesia e che non sono valutati, perché immediatamente non producenti economia. Ma se muore la poesia si è affermato muore il valore, i buoni propositi e arricchimento delle proprie conoscenze culturali. L’illustre Presidente dell’Accademia Cosentina a nome anche del presidente di Giuria,  Marcia Teofilo, preposto candidato al Premio Nobel per la Letteratura ha sottolineato il lavoro svolto dalla giuria, fatto con zelo e precisione.  le personalità che sono emerse  dalla lettura dei testi pervenuti rivelano capacità brillanti e vivaci e capacità poetiche di un certo rilievo. Le poesie che sono arrivate hanno qualità non solo sentimentali ma anche di valenza sociale, un guardarsi attorno importante e intelligente.

 

 I premiati: 

primo: Umberto Vicaretti di Roma, seconda la pittrice e poetessa Maria Teresa Aiello di Cosenza, terzo posto, Sonia Vivona poetessa, vincitrice di importanti premi. Menzioni di merito sono andate a Piccirillo di Latina, De Simone di Roma, Sicilia di Cosenza, Filice di Cosenza, Tivori di Roma, Commissati Bellotti di Treviso, a tutti i partecipanti attestato e antologia 

by Lucia De Cicco, pubblicista

Condividi sui social000
Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*