Massimiliano Ferragina, un artista calabrese in Sicilia

 e...il coraggio di guardare

L’artista Massimiliano Ferragina è stato presente in questi giorni a Mascalucia (Catania) in qualità di membro della commissione tecnica del primo concorso di pittura “Il coraggio di guardare”.

Commissione presieduta dal direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo dott. Mario Zito. Completa la commissione l’artista restauratore catanese Gianpaolo Leone. Alla direzione artistica della manifestazione don Andrea Lifrieri direttore della casa per Esercizi Spirituali dei padri Passionisti, casa che ha ospitato nei suoi imponenti spazi e giardini le diverse tappe dell’evento.
Ferragina, ha ideato e realizzato per l’occasione un’istallazione site-specific, fatta di terra di Sicilia e specchi rotti, dal titolo “Courage to look”. L’opera rappresenta il tentativo dell’artista di interpretare il tema della manifestazione.
“Ho voluto fortemente omaggiare tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo concorso con due opere funzionali, ovvero opere con la funzione di smuovere e pro-vocare le coscienze. Non è questo già lo scopo primario dell’artista oggi? Ho utilizzato la terra nera vulcanica dell’Etna come personale grazie alla gente di Sicilia che mi ha accolto con un forte entusiasmo. L’installazione è una protesi della tela (svelata durante la conferenza di chiusura della premiazione) che raffigura il sogno biblico di Giacobbe dove appare una scala verso il cielo con angeli che scendono e salgano, il simbolismo è immediatamente riconducibile al desiderio dell’uomo, seppur nella sua fragilità, di raggiungere e contemplare il divino. L’idea è nata quindi cercando di interpretare il tema della mostra -Il coraggio di guardare- ho guardato alla fragilità della vita…come ad una scala fatta di terra…fragile ma viva. Gli specchi simboleggiano i frammenti…le crepe del nostro esistere…dove tutti prima o poi ci riflettiamo.
Il coraggio di…guardare oltre… è anche il mio messaggio a Davide Cuscani il giovane artista selezionato come vincitore del concorso”.
Così Massimiliano Ferragina sintetizza il suo intervento sia artistico che in conferenza. Presente al tavolo dei relatori il vicesindaco di Mascalucia avv.Fabio Cantarella che ha encomiato l’iniziativa prospettando già una seconda edizione del concorso artistico, allargandone gli orizzonti a tutte le realtà culturali del territorio. La partecipazione di pubblico a tutto l’evento è stata straordinaria “segno che le persone cercano la bellezza e credono nel suo potere salvifico e di riscatto” conclude Ferragina.
L’installazione sarà visibile al pubblico presso la Casa esercizi dei padri Passionisti a Mascalucia (CT) via del bosco 1 fino al 31 luglio 2017.

Foto installazione

Condividi sui social000
Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*