Produzione della tua Acqua Calda di casa con le rinnovabili! Scopri come risparmiare

Please enter banners and links.

Le energie rinnovabili e alternative sono utili per realizzare e raggiungere una casa che sia a risparmio energetico. Una casa a energia rinnovabile se progettata correttamente non costa molto di più di una casa tradizionale ma cosiddetta “energivora” ed infatti i costi tra una casa tradizionale ed una casa con energie rinnovabili son in alcuni casi equivalenti, senza trascurare il fatto che una casa ecologica negli anni fa risparmiare molto di più.

Energie rinnovabili, che cosa sono

Le energie rinnovabili sono forme di energia termica o elettrica che si ottengono da fonti naturali che possono rigenerarsi alla stessa velocità con cui vengono consumate e pertanto non sono esauribili. Le fonti energetiche alternative possono essere riassunte in

  • energia solare
  • energia eolica
  • energia idroelettrica
  • energia geotermica
  • energia ricavata dal mare.

In particolare in questo articolo ci soffermeremo sulle rinnovabili termiche, come il solare termico e biomassa.

Energia rinnovabile, quale scegliere

La scelta di una o dell’altra dipende da molti fattori, infatti non tutte le energie rinnovabili possono impiagate a prescindere dal luogo si installazione o dalle esigenze. Per poter scegliere in modo adeguato le tecnologie da utilizzare e il loro dimensionamento bisogna sapere quale energia viene consumata e in che misura. In generale nelle utenze domestiche il consumo energetico maggiore è quello per riscaldare gli ambienti, quello per riscaldare l’acqua calda sanitaria e infine i consumi di energia elettrica. Infatti per avere una casa a basso consumo energetico per prima cosa bisogna ridurre questi consumi.

Solare Termico e Acqua calda sanitaria

Per risparmiare sui consumi di energia si può produrre l’acqua calda sanitaria con un impianto termico solare a bassa temperatura senza dubbio è il modo più semplice ed economico di usare l’energia solare, in quanto è ormai una tecnologia matura e a basso costo. Il sistema è composto da uno o più collettori solari (pannelli) e un serbatoio o accumulo. Questo sistema inoltre può essere facilmente integrato con il sistema di produzione di acqua calda sanitaria esistente, e se dimensionato adeguatamente, può fornire una valida integrazione al sistema di riscaldamento vero e prorpio riducendo il consumo anche fino al 30, 40% annuale. Il successo di questa forma è che l’energia solare è una fonte di energia sempre disponibile, varia poco di anno in anno, e consente di tagliare i consumi di fonti di energia fossile inquinanti e costose.

Solare termico, quali i principali vantaggi

I principali vantaggi di questa tecnologia sino:

  • fornisce energia pulita e a basso costo
  • dura in media 20 anni e si è rivelata una tecnologia affidabile nel tempo
  • il costo iniziale si viene recuperata velocemente
  • non richiede grande manutenzione
  • ha un assorbimento energetico per il funzionamento della pompa di circolazione molto basso.

Impianto a biomasse

Un impianto a biomasse ha bassi costi di installazione che sono ripagati subito dall’alto rendimento e dal risparmio energetico unito ai vantaggi ambientali ed inoltre sono si può usufruire degli incentivi statali (es Conto Energia Termico). La biomassa è ricavata dalla combustione di rifiuti organici per generare energia termica, cioè calore.

Le biomasse in abito domestico rappresentano una buona fonte alternativa di energia termica, data dalla combustione di rifiuti organici in caldaie che raggiungono temperature tra i 600 ed i 1200 °C. Un esempio comune di impianto a biomasse sono le stufe a pellet. I rifiuti organici per la produzione di biomasse possono essere:

  • naturali: prodotti senza l’intervento umano (legna)
  • residui (da scarti dell’industria del legname o di quella agroalimentare)
  • prodotti (da coltivazioni specifiche).

Impianti a risparmio energetico, quale convenienza

Spesso si pensa che avere una casa ecologica costi molto di più. In alcuni casi può essere vero, ma il costo pagato inizialmente si ripaga molto velocemente negli anni, infatti anche entro due o tre anni di utilizzo della casa il costo pagato in più viene ampiamente recuperato. In conclusione si rivela sempre più conveniente nel medio e lungo periodo investire in sistemi di risparmio energetico e di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile. L’importante è realizzare strutture e impianti semplici, ma ben dimensionati ed affidarsi a professionisti del settore.
Inoltre, in aggiunta al risparmio economico derivante dal vivere in una casa ecologica, oggi si può usufruire di molti meccanismi di incentivazione come l’Ecobonus al 65% ed il Conto Termico che riducono in modo non indifferente il costo finale di impianti energetici alternativi.

 

 

 

Please enter banners and links.

Condividi sui social000

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*