Simula rapina per debiti di gioco

Please enter banners and links.

Avrebbe simulato una rapina a mano armata in casa propria per ripianare cospicui debiti di gioco accumulati negli ultimi mesi, ma è stato scoperto dai carabinieri di Roccella Ionica RC e denunciato per simulazione di reato e procurato allarme. In particolare, l’uomo, un ventinovenne, il 19 marzo scorso, alle 22, ha chiamato i carabinieri sostenendo di essere stato vittima di una rapina a mano armata ad opera di tre soggetti con volto travisato che, dopo essersi introdotti all’interno della sua abitazione, lo avevano immobilizzato e imbavagliato, asportando banconote di vario taglio e monili in oro, riposti all’interno della cassaforte del padre, per un valore complessivo di 50.000 € circa. I carabinieri, dopo due giorni di accurati sopralluoghi e riscontri incrociati alla versione fornita dal giovane, anche grazie a sofisticate attività d’indagine, lo hanno denunciato.

Please enter banners and links.

Condividi sui social000
Avatar
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos lucia.decicco.70@gmail.com Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*