Tutto pronto in casa Sigma Aversa, Intervista al coach Pasquale Bosco

La passata stagione è stata per me indimenticabile, arrivo ad Aversa e facciamo una cavalcata straordinaria, stravincendo il campionato ed arrivando in A2

presentazione-della-maglia-per-il-campionato-2016-2017-di-serie-A2

da sin sindaco Antonio Palermo, coach Pasquale Bosco

da sin sindaco Antonio Palermo, coach Pasquale Bosco

Guardando in web mi sono imbattuta in alcune foto, che mi hanno riempita di ricordi e di soddisfazione, perché ritraevano un mio caro compagno di scuola a colloquio con il Sindaco della nostra Città, Mendicino nel Cosentino. Con una grande sorpresa dei successi conseguiti da lui, Pasquale Bosco, o meglio coach Pasquale Bosco, in campo sportivo con precisione nella pallavolo. Uno sport che a noi ragazzi, di allora, è sempre piaciuto nel periodo delle medie, complice l’esperienza del Prof. Salerno, che era mosso da passione per questa attività e la trasmetteva ai ragazzi e ragazze. Ho contattato Pasquale per farmi raccontare del suo percorso sportivo e di successo, poiché ci siamo persi di vista, ormai, da tanti anni.

Intanto in casa Sigma Aversa si lavorava già e si continuerà a farlo, dentro e fuori il campo, perché tutto possa andare come nei piani della Società. Si lavorerà per creare un gruppo solido di giovani, che si certo hanno caratteristiche differenti, per dar corpo a una squadra che abbia motivazioni e possa raggiungere il mantenimento della categoria rendendo soddisfatti la Società e la Tifoseria.

Coach Pasquale Bosco. Come nasce il tuo percorso e passione nella pallavolo?

 

La mia passione per la pallavolo nasce alle scuole medie, grazie al professore Salerno. Comincio a giocare nella squadra del mio paese (Mendicino, ora città), per poi passare alla Milani Rende. All’età di 26 anni comincio la carriera di allenatore e faccio anche tanti lavori per mantenermi.

Il salto di qualità nel tuo percorso quando arriva?

Arriva grazie al Presidente Pierfrancesco Denapoli con il quale apro una scuola di pallavolo a Mendicino e partecipiamo ad un campionato di prima divisione ed in più facciamo un lavoro importante con i bambini. L’anno dopo vengo chiamato dalla Milani Rende per allenare tutti i settori giovanili e fare il terzo allenatore in B2. Vinciamo il campionato di B2 e saliamo in B1, vengo ingaggiato per fare il secondo allenatore.

Un invito al Municipio di Mendicino. Un incontro con un vecchio amico. Ma forse anche una promessa di collaborazione con il sindaco Palermo?

Con il Sindaco è stato un incontro tra amici ci conosciamo da tempo, avendo saputo del mio successo ha voluto incontrarmi, magari chissà riusciremo a fare qualcosa assieme per la nostra Città.

Il successopasquale bosco 2 quando arriva? E quando c’hai lavorato?

Partiamo da lontano allora! Dopo il Rende arriva la stagione a Cetraro dove allenavo l’under 14 e l’under 20 e faccio il secondo coach in B2. Vinciamo il campionato e rimango come secondo in B1, dove conosco una persona che mi ha dato tanto dal punto di vista professionale. Ho lavorato insieme al primo allenatore Nello Mosca. L’anno successivo mi sposto a Corigliano in B1 sempre come secondo allenatore e anche questa volta ho la fortuna di lavorare con un altro grande professionista del nostro ‘mondo’, Camillo Placì. Successivamente comincio la mia carriera da primo allenatore, dove una società ed un presidente (Carlo Pirri) mi hanno dato fiducia, che io ho ripagato vincendo subito il campionato di B2. Faccio altre 2 stagioni a Bisignano ottenendo buoni risultati. In seguito arrivo per 2 anni in Puglia e precisamente a Squinzano. Poi vado per altri 2 anni nelle Marche. Il primo anno a Falconara ed il secondo a Porto Potenza Picena. Ritorno al Sud in Basilicata, a Lauria. Faccio 2 stagioni e mi sposto di poco, vado a Lagonegro. Il primo anno arriviamo quarti in B2 e l’anno dopo vinciamo il campionato ed si va in B1. Successivamente a metà anno ho un gradito ritorno in quei di Corigliano in A2, dove arriviamo fino alla finalissima per andare in super Lega. La passata stagione è stata per me indimenticabile, arrivo ad Aversa e facciamo una cavalcata straordinaria, stravincendo il campionato ed arrivando in A2 dalla porta principale.

 pasquale bosco

Il Roster com’è composto?

Il Roster è composto da Luiz Pedro Putini, Matteo Derosas, Marcello Hister, Enrico Libraro, Riccardo Valla, Vincenzo Montò, Mario Giacobelli, Gabriele Robbiati, Razzetto, Andrea Santangelo, Diflorio, Marco Vacchiano, Danilo Rinaldi.

Che cosa diresti a chi si appresta a questo sport?

Ai ragazzi dico di fare sport fin da piccoli, in particolare quelli di gruppo, perché oltre a far bene al fisico, ti forma come persona, ti insegna i valori dell’amicizia e della sana competizione, impari ad affrontare le difficoltà e a superarle, impari a convivere con persone diverse da te e ad accettare le differenze.

A Pasquale, compagno di scuola, a volte in estate vicino di casa e di giochi, non posso che augurare il meglio, felice che le belle giornate passate da adolescenti nella scuola media di Mendicino (CS) abbiano portato lui lontano e in alto e il professore Salerno alla gloria dei nostri bellissimi e sacri ricordi!!! Continueremo a seguirlo…

Servizio by Lucia De Cicco

Condividi sui social000
Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*