Un giorno in pronto soccorso

Ospedale di Soverato, esempio di buona sanita' da salvare

Il Presidio Ospedaliero di Soverato, Ospedale Basso Jonio, è una struttura costruita negli anni 60 e si trova a 30 km dall’0spedale Pugliese di Catanzaro e 70 dall’Ospedale di Locri. Rappresenta quindi, un punto nevralgico di accoglienza, per una popolazione molto vasta. In estate, io mi trasferisco da Roma nella mia casa delle vacanze, a Pietragrande e, il 30 di agosto, per alcuni giorni, ho accusato forti cefalee; mi sono recata all’Ospedale di Soverato. Moltissime persone in sala d’attesa e molte ambulanze arrivavano continuamente, la precedenza era d’obbligo! Nel pomeriggio è arrivato il mio turno e, dopo il controllo della pressione, sono stata sottoposta ad elettrocardiogramma e ai prelievi del sangue, per accertamenti. L’attenzione verso la mia persona (perfetta sconosciuta) è stata massima. Il dr Francesco Pugliano e l’infermiere di pronto soccorso Ilario Daniele sono stati molto premurosi e attenti, anche se nei loro visi si poteva leggere molta stanchezza. Ho capito, in questa occasione, quanta fatica e quanta responsabilità pesi su di loro; l’Ospedale è l’unico polo sanitario in un vasto comprensorio, accoglie un’utenza molto numerosa perché, oltre alla popolazione, che vive nelle cittadine sulla costa jonica, accoglie anche quella dell’entroterra (centinaia di paesi e contrade pullulano e gravitano intorno a Soverato). In estate poi, la situazione diventa improponibile per la presenza di numerosi turisti e per il trasferimento di moltissime famiglie nelle case delle vacanze. Il personale medico deve fare i salti mortali per offrire assistenza e sicurezza e, gli sforzi, per il personale medico e paramedico, sono enormi. Non capisco come non venga aumentato il personale per far fronte a tanto disagio! Eppure, tanti giovani medici e ricercatori sono costretti ad andare all’estero per lavorare e, spesso, vengono gratificati per la loro eccellenza. Non disperdiamo le nostre preziose risorse e, invece, tratteniamole nella nostra terra per farla rinascere! Un plauso e un grazie sentito agli operatori dell’Ospedale di Soverato che hanno dimostrato impegno, serietà e professionalità.

by Carmela Costanzo, autrice

Condividi sui social000
Carmela Costanzo
CircaCarmela Costanzo

Docente - Socia fondatrice dell'Associazione culturale Nòstos - poetessa Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*