Una giornata memorabile: il Papa a Cassano

Giovanni Papasso:

PAPASSO: 21 GIUGNO 2014, PAPA FRANCESCO A CASSANO. GIORNATA STORICA DI FEDE E DI GIOIA.

Sono trascorsi 4 anni da quel bellissimo 21 giugno 2014 in cui Papa Francesco, il Papa degli ultimi, ha fatto visita alla città di Cassano, alla diocesi, alla Calabria tutta.
E’ stata una giornata storica, importante ed emozionante per tutti i Cassanesi.
Il Papa si è fermato con noi per una intera giornata.
Una importante giornata di fede, di gioia, di popolo e di profondo orgoglio.
La chiesa Cassanese e della diocesi è stata al centro dell’attenzione in tutto il Paese e nel mondo.
La città di Cassano ha vissuto una gioia profonda, ricevendo grandi complimenti da quanti hanno seguito direttamente l’evento e anche da parte di chi ha seguito la visita papale attraverso i mezzi di informazione.
Ebbi il grande onore, il piacere e la bellissima possibilità di dare il benvenuto, a nome di tutti i Cassanesi, a Papa Francesco, non appena è sceso dall’elicottero ed ha toccato il suolo di Cassano.
Un momento di forte emozione e di commozione che è rimasto e rimarrà fortemente impresso dentro di me fino alla fine della mia esistenza.
Non smetterò mai di ringraziare i miei concittadini per l’alto onore che mi concessero.
Cassano tutta era in strada insieme a decine di migliaia di cittadini provenienti da tutta la regione e da tante altre parti d’Italia.
In ogni angolo della città e del comune c’erano segni festosi per testimoniare la gioia, la felicità e l’orgoglio del popolo, per un evento così alto ed importante e, soprattutto, per salutare ed abbracciare il Santo Padre.
Tutto funzionò alla perfezione. La macchina organizzativa che allestimmo è stata efficientissima.
Nessuna pecca nell’ organizzazione dell’evento da parte della chiesa di Cassano e della diocesi.
Nessun disguido nella struttura organizzativa comunale ed istituzionale. Efficienza massima e totale.
Tutto si svolse a carico del comune e della chiesa. La regione, nonostante le promesse e le garanzie, non concesse alcun contributo, a differenza di quanto fece per Lamezia Terme in occasione di una precedente visita papale.
Ancora mille grazie a Mons. Nunzio Galantino, protagonista vero ed assoluto della venuta di Papa Francesco a Cassano.
Nella ricorrenza un affettuoso abbraccio a Mons. Francesco Savino, per il duro e concreto lavoro che svolgendo per le popolazioni della diocesi e non solo.
Il Papa ha trascorso quasi l’intera mattina e parte del pomeriggio nel centro storico di Cassano.
Successivamente si è spostato nella “spianata” di Sibari, ove ha celebrato la messa ed ha abbracciato oltre 250.000 fedeli.
Che bello vedere, salutare, abbracciare tutta quella bella gente!
Papa Francesco a Sibari ha scomunicato la mafia ed i mafiosi. Condividemmo ed applaudimmo con convinzione e senza esitazione alcuna.
Papa Francesco alle ragazze ed ai ragazzi di Cassano / Sibari, della Calabria e del mondo intero, in quella circostanza, disse “non fatevi rubare la speranza”. Per i giovani un invito, per noi un monito all’ impegno in favore e per giovani. Impegno, che per la parte che mi riguarda, non è venuto mai meno e mai verrà meno. L’amore che ho per la mia Cassano e, soprattutto, per i suoi giovani è grande e straordinario.
Decidemmo che il comune di Cassano il 21 giugno di ogni anno avrebbe dovuto ricordare la visita di Papa Francesco nella città con un evento culturale. Ciò è puntualmente accaduto quando abbiamo avuto la possibilità istituzionale di poterlo fare.
Oggi, purtroppo, niente è stato organizzato. Peccato!
Nonostante ciò, la città non ha dimenticato e mai dimenticherà quella visita e quella presenza, che è rimasta e rimarrà per sempre nel cuore dei Cassanesi.

Condividi sui social000
Anna Maria Schifino
CircaAnna Maria Schifino

Autrice e relatrice di Cassano Allo Ionio, i suoi pezzi appaiono spesso sul Quotidiano del Sud in veste di Opinionista e altri motori online Curatrice della rubrica di Alvolonews.it "CUCINA" Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*