Andiamo a quel paese: un 8 marzo che si consuma tutti i giorni

ficarra_Picone-rosolini

Ficarra e Picone

Le tematiche dell’otto marzo sono sempre attuali, ecco perché abbiamo scelto per raccontare ogni giorno l’8 marzo una associazione che ogni anno in questa ricorrenza, vive la festa, anche dal punto di vista sociale, con quest’anno è la tematica della mancanza del lavoro giovanile e dello sfruttamento dell’anziano che torna a vivere in famiglia perché la sua pensione necessaria alla sopravvivenza di tutti in quella casa, una famiglia quella di oggi che si ricompone soprattutto attorno alla donna, perché sono le donne le più pronte al sacrificio e a donare la loro pensione per aiutare i figli, i nipoti etc. La scelta del film quest’anno, da parte di Progetto Donna di Adelina Aiello, è ricaduta sul testo di Ficarra e Picone, noti comici della tv e del grande schermo, che ritornano in paese per cercare di sopravvivere con la pensiotto marzoone della madre della donna della famiglia, e poi la brillante idea di prendersi carico degli anziani del Paese, da parte del così definito furbetto del gruppo. Ma il progetto fallisce perché gli anziani sentendosi più accolti e felici incominciano ad osare e andare anche contro ciò che è la prevenzione e salvaguardia della loro salute. Da una morte improvvisa per eccesso di zuccheri ne seguiranno altre per incidenti domestici, fino alla fuga dell’intera comunità di anziani. In queste condizioni vivere era diventato non solo impossibile, allora per mettere a tacere “le male lingue”, l’idea di un matrimonio di una donna non più nel fiore degli anni, l’unica rimasta nella casa, con il giovane sempliciotto della famiglia, manipolato dal parente più scaltro e furbo. Il colpo sarebbe riuscito se non fosse intervenuto a porvi fine il Parroco del paese, in che modo però lo lasciamo alla vostra curiosità.

Nel video dopo i tanti interventi, che troverete nella locandina e nelle foto, a chiarirci su ciò che succede nella società di ieri e di oggi è il sacerdote di Firmo (CS), papas Mario Santelli, e di come le dinamiche di ieri pur mutando oggi rimangono in Italia le stesse: la mancanza di lavoro, le difficoltà dei giovani e delle donne a trovare una sistemazione, l’impossibilità di mantenere dignitosamente la famiglia, la solitudine dell’anziano, nata con il benessere e che ha prodotto meraviglie ma, anche, tante difficoltà, sfuggendo di mano con la grave crisi mondiale.

Era presente inoltre alla serata il “Coro Sila” di Cosenza e il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici della cittadina, Santo Ricetta, ha moderato la sottoscritta Lucia De Cicco

 E forza tutti i giorni! 

Servizio, ripresa e foto Lucia De Cicco, pubblicista OdG Calabria

coro alpini cosenza

Coro Sila, club Alpino Cosenza, l’Associazione Progetto Donna , il Vicesindaco Ricetta

 

https://www.youtube.com/watch?v=Ooblk2WU8qQ

Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*