Cosenza per #FridaysForFuture e #Climatestrike

20190927_100221

«State rubando il futuro ai vostri figli».

20190927_100231

Greta Thunberg è una giovane attivista svedese il cui intervento ha fatto scuola ed è diventato un esempio su scala mondiale. Una manifestazione di interesse per l’ Ambiente a far leva sulle coscienze assopite degli adulti – il 27 settembre scorso – e che pare facciano di tutto per esercitare un controllo sulle vite dei giovani, che vogliono un Futuro pulito, un futuro partecipato, un futuro da protagonisti. La solita retorica sull’ immaturità dei ragazzi e quella del saltare un giorno a scuola,  ormai ci perseguita da generazioni a ritroso, poiché crescendo purtroppo ognuno pare abbia scordato la voglia di cambiare il mondo rilegata in un angoletto della propria coscienza o sarebbe meglio dire incoscienza. Il tutto, sopraffatto dall’occhio del grande fratello, che non  è lo smartphone, ma il complesso di Politica mondiale ammalata e intossicata di scorie radioattive, surriscaldamento globale e plastica “marina” e non scordiamo gomme d’auto sparse tra i cumuli di spazzatura del Sud Italia per dir di noi e l’amianto. Ma Greta ci prova a far comprendere le cose che ci stanno portando alla rovina e mentre grandi intellettuali si scervellano per comprendere se a manovrarla sia un burattinaio, tra simpatie e antipatie di chi non crede che il mondo abbia bisogno d’ eroi, che’ non vede quanto esso è ammalato, lei, Greta muove la sua vita verso un mondo più pulito. Ricordiamo che non importa fare i missionari, ma cominciare a fare, per san Francesco D’Assisi, da pochi giorni la ricorrenza, qualcosa e presto cominceremo a fare l’ impossibile e che nella rete del pescatore entra tanto pesce, ma chi pesca sa come dividere il buono dal cattivo. A questo proposito è piacevole ricordare l’ impegno individuale del 12enne di Stornarella, vicino Foggia, l’unico in piazza: striscione alla mano, sorriso e un messaggio per l’ambiente.

20190927_100217

Ma Cosenza che sembra da sempre pronta a recepire ogni tipo di novità anche questa volta ha fatto la sua parte, tante le scuole scese in piazza; papà con bambini; famiglie con cucciolipet al seguito. Una metropoli moderna come poche nel Sud Italia che non ci sta a star fuori dalla storia di questo Paese e paese globale. 

20190927_100226

Una manifestazione ben coordinata partita da Piazza Bilotti e arrivata fino a piazza XI settembre. Abbiamo intervistato uno dei coordinatori e riportiamo alcune testimonianze. Ancora una volta la fucina dell’idea,  l’ Università ha incontrato il mondo della scuola, che da sempre lotta con i ritardi nella didattica, per cui perdere un giorno di scuola par esser un dramma, ma che questa volta ha ottenuto l’ immunità con tanta di giustifica direttamente dal Governo Italiano nella persona del ministro Fioramonti del M5S.

20190927_101001

Certi che questa occasione sarà un momento per qualcuno per proseguire i propri studi in questa direzione,  vuol esser,  soprattutto, un augurio per molti ad intraprendere la strada di un futuro più pulito e aspettiamo il prossimo evento promosso da Greta, uno dei tanti leader bambini che più o meno con fortuna a continuare su questa strada hanno segnato la storia del mondo.  Ci piace ricordare: la storia di Kim Phúc; un’altra ragazzina, che ha parlato davanti alle Nazioni Unite. Lei si chiama Serven Suzuki; Iqbal Masih, assassinato perché divenuto simbolo della lotta alla schiavitù e lo sfruttamento del lavoro minorile. 

20190927_095851

Servizio di Lucia De Cicco, giornalista pubblicista, ODG Calabria lucia.decicco70@gmail.com

Lucia De Cicco
CircaLucia De Cicco

Pubblicista OdG Calabria - Presidente dell'associazione culturale Nòstos Altri articoli

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*